DA VICINO
NESSUNO È NORMALE
2021

ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini

XXV edizione

1 giugno/14 luglio 2021 

I vincoli pratici che hanno ridotto le nostre libertà si stanno allentando e torniamo a uscire e incontrarci. La crisi è superata? O le disuguaglianze accentuate dalla pandemia continueranno ad aumentare? Chi si impegnerà a disegnare un mondo migliore?  Chi avrà ancora voglia di litigare su come farlo, su come agire? Una volta cercavamo di non separare le strategie del sopra-vivere dal buon-vivere. Oggi l’unica strada che sembra portare fuori dalla crisi è fabbricare, rimettere in moto la macchina produttiva con il rischio di imparare poco, di restare noi stessi meri oggetti di questa macchina. 

Occorre invece indagare lungo le crepe di questa crisi sociale e personale, e interrogarci su come riparare le cose e ri-configurare relazioni e spazi, creando una nuova funzione estetica e soggettiva delle rotture e delle ferite, inventando nuove istituzioni interessate all’emancipazione delle persone. Abbiamo disimparato l’estetica del riparare e del ri-configurare, ma più ci esercitiamo, più capiamo e scopriamo pratiche di libertà che non dimenticheremo mai.

pdfDownload