IL MARGINE E IL CENTRO

laboratorio di scrittura e teatro
condotto da Ateliersi/Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi
rivolto alle classi 3F e 3G dell’IIS Pareto – Liceo delle Scienze Umane – a.s. 2023/24

«Ogni sera dovevamo far ritorno al margine, attraversare la ferrovia per raggiungere baracche e case abbandonate al limite estremo della città. […] Vivendo in questo modo – all’estremità -, abbiamo sviluppato uno sguardo particolare sul mondo. Guardando dall’esterno verso l’interno e viceversa, abbiamo concentrato la nostra attenzione tanto sul centro quanto sul margine. Li capivamo entrambi. Questo modo di osservare ci impediva di dimenticare che l’universo è una cosa sola, un corpo unico fatto di margine e centro»
bell hooks, Elogio del margine

Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi, autori del collettivo di produzione artistica Ateliersi, stanno conducendo una ricerca sulle forme di povertà contemporanee all’interno del processo di creazione teatrale intorno alla figura della poeta russa dissidente Marina Cvetaeva.

All’interno di questa ricerca, propongono la realizzazione di un ciclo di incontri laboratoriali con le ragazze e i ragazzi delle scuole superiori per sollecitare curiosità, riflessione ed espressione intorno alle forme con cui la miseria si manifesta nelle diverse parti del mondo contemporaneo e su quali sono gli immaginari da cui queste manifestazioni scaturiscono e che – viceversa – alimentano.

Prendendo spunto dalla biografia e dalla voce di Marina Cvetaeva, che ha vissuto per decenni in emigrazione in stato di povertà e spesso di vera emergenza, si lavorerà insieme alle ragazze e ai ragazzi per cogliere alcune di quelle dimensioni che sono capaci di travalicare il tempo della Storia. Anche oggi sono moltissime le persone che sono costrette ad attraversare i confini in modo periglioso trovandosi in condizioni di miseria, così come fu per Cvetaeva. Tra loro si celano eccezionali talenti artistici e scientifici: partendo dalla relazione tra peregrinazione, povertà e creatività, agli autori interessa portare avanti con le ragazze e i ragazzi un percorso laboratoriale sul valore e sullo spreco.



con il contributo di