SENTIERI PARTIGIANI

sp“Certi uomini sono quello che i tempi richiedono.
Si battono, a volte, muoiono, per cose che prima di tutto riguardano loro stessi.
Compiono scelte che il senno degli altri e il senno di poi stringono nella morsa
tra diffamazione ed epica di stato.
Scelte estreme, fatte a volte senza un chiaro perché, per il senso dell’ingiustizia provata sulla pelle, per elementare e sacrosanta volontà di riscatto…
Le storie non sono che asce di guerra da disseppellire”.
da Asce di Guerra di Vitaliano Ravagli e Wu Min

L’associazione Olinda dal 2005 organizza giornate aggregative nelle tre domeniche precedenti il 25 Aprile con la finalità di fare trekking sui monti della Lombardia, del Piemonte e dell’Emilia Romagna scoprendo quelli che furono i sentieri percorsi dai partigiani. La presenza di alcuni protagonisti di quelle vicende fornirà storie preziose su quei luoghi che durante la lotta di liberazione furono teatro di battaglia.

L’iniziativa è gratuita e può essere una buona occasione per conoscere nuove persone, stare a contatto con la natura insieme agli amici o in famiglia considerando la piacevolezza dei percorsi adatti anche ai bambini.


15° SENTIERI PARTIGIANI 2018

Domenica 8 aprile
Chiavenna – Uschione (So) –  m.850
90° Brigata Garibaldi Elio Zampiero
***
prendere Milano-Lecco- Sondrio
parcheggiare alla stazione di Chiavenna
km 130 – 1 e 1/2
dal parcheggio prendiamo la ciclabile che ci porta a Prato Camportaccio in 30 m
da Prata in 1/2 h raggiungiamo Lottano e successivamente in 1/2 h Uschione
da Uschione 1h per il Parco delle Marmitte dei Giganti e successivamente 20 m per tornare al parcheggio
dislivello m. 500
anello h. 5
difficoltà E – sentiero panoramico

Domenica 15 aprile
Casavei – Bec d’Ovaga (Vc) – m.1631
Varallo resiste
***
prendere Autostrada A4 Milano-Torino direzione Torino, dopo Vicolungo prendere lo svincolo per A26 Gravellona/Toce ed uscire a Ghemme – Romagnano Sesia
proseguire su SP 299 in direzione Alagna-Varallo per circa 20 km
all’altezza di Doccio, passato il Bar Km 48 svoltare a sinistra direzione Crevola (lasciare a destra il cartello con la scritta Da Teresa)
proseguire per 4 km fino a Crevola su SP 105
all’altezza del cartello Crevola svoltare a sinistra
proseguire fino all’indicazione Parone – “Percorso ciclabile difficile” e svoltare a sinistra (curva a gomito)
da qui la strada si stringe e sale per 2 km fino ad incontrare l’indicazione per Casavei
con una svolta a destra, seguendo la strada si arriva fino al punto dove parte il sentiero
Salita alla Res – Bec d’Ovaga
dal parcheggio, stando sulla sinistra della strada asfaltata, c’è una strada carrozzabile che raggiunge l’alpe Campo
il sentiero invece sale leggermente più a destra, dopo una baita e, tra gli alberi, raggiunge il precedente sterrato, che si segue fino all’alpe Campo, m. 1070
di qui si continua lungo comodi tornanti fino all’alpe Pastore, dove c’è una cappelletta con a fianco una fontana
si continua a salire con comode svolte e tra gli alberi, si vede, in alto, il rifugio Spanna-Osella
da qui, risalendo una ventina di metri sul sentierino, si arriva al Bec d’Ovaga e alla Croce
dislivello m. 850
anello h. 6
difficoltà E – Sentiero panoramico

Domenica 22 aprile
Musso – Bocchetta di San Bernardo (So) – m. 1105
La fine
***
prendere Milano – Lecco – Sondrio
dopo Colico prendere le indicazioni per Menaggio, altro versante del lago, a Dongo, rotonda poi il distributore Total successivamente un ponte e subito dopo a sinistra il parcheggio, Largo Irene Falck
km 120 – 1 e 1/2
dalla piazza di Dongo (ritrovo) prendiamo per Musso
si sale verso seguendo punti e frecce rosse a Gerico e Croda, poi si prosegue Pozzuolo
successivamente si arriva al Monte la Corna e da li a poco alla bocchetta S.Bernardo – totale 2.45 h
accessibile in auto da Musso
dislivello m. 850
anello h. 6
difficoltà E – Sentiero panoramico

Scarica la locandina


339 728 26 10
brighela@tiscali.it