12 giugno 2012 ore 21.45
Teatro della Cooperativa e MittelFest

MURI - Prima e dopo Basaglia

con Giulia Lazzarini
testo e regia Renato Sarti

Muri - Prima e dopo Basaglia è un testo scritto sulla base di alcune testimonianze di infermiere, soprattutto quella di Mariuccia Giacomini. Con l’arrivo di Basaglia, il dialogo e il rispetto hanno preso il posto della violenza, rendendo labilissima la precaria distinzione tra la 'normalità' di coloro che dovevano curare e la 'follia' dei ricoverati. Scattava fra loro una complicità all'insegna della comprensione e della condivisione della umana sofferenza.

La protagonista del testo riflette sulla sua esperienza trentennale di infermiera e lo fa con una nostalgia particolare (quela del poeta, quela che te sa tropo ben che non pol tornar), ma soprattutto con la lucidità di chi si rende conto che la spinta straordinaria (di mutamento) di quegli anni si è affievolita e che rischia di finire inghiottita dall’indifferenza generale.

La legge Basaglia è uno dei punti più alti della storia della nostra democrazia. È stata una delle grandi conquiste di carattere sociale, umano e civile del nostro Paese. Dobbiamo conoscerla, difenderla, perché bisogna sempre riaffermare con forza che le lancette della storia non si possono – non si devono - riportare indietro.

In tre decenni di esperienza, la protagonista vive il mutamento del manicomio: da luogo di isolamento estremo, a luogo di comprensione e di cura. E allora, inevitabilmente, si metteva in moto un meccanismo, in cui il confine che separa la normalità dalla follia rivelava tutta la sua precarietà.

Trieste è l’unica città al mondo dove la parola 'mato' è sinonimo di uomo.

Necessaria la prenotazione: t. 0266200646

Prenota via mail
Spettacolo inserito in Da vicino nessuno è normale 2012

Copyright © 2014 Olinda. Tutti i diritti riservati