Archivio

dal 21 ottobre 2016 al 31 marzo 2017 ore 16.00
ogni venerdì

laboratorio di teatro
dedicato agli adolescenti

dal 30 marzo 2017 al 31 marzo 2017 ore 20.30
Teatro delle Albe in collaborazione con Olinda e Liceo Classico A. Manzoni

Come va il mondo? Si logora quanto più cresce
ispirato a Timone d'Atene di William Shakespeare

dal 10 marzo 2017 al 12 marzo 2017 ore 14.00
gruppo nanou

Laboratorio / incontro coreografico

Per tre giorni gruppo nanou apre il suo lavoro a danzatori professionisti.
Il laboratorio si fa incontro poiché non ha l’obiettivo dell’insegnamento ma dell’esperimento, della verifica di un linguaggio in continua evoluzione e alla ricerca di una sintesi capace di determinare un’efficacia di trasmissibilità e di attivazione di un processo creativo.

http://grupponanou.it

 

  1. Tornare al corpo per rimuoverlo definitivamente dal centro
  2. Il corpo è sportivo
  3. Il disegno del corpo di un atleta si compie per raggiungere il massimo risultato
  4. Il disegno del corpo è uno scarto, è la necessità di costruzione del corpo per il raggiungimento dell'obiettivo
  5. Il disegno non è il centro. Da solo non compie nulla. Al massimo una posa
  6. Il disegno è uno scarto dell'azione, una sospensione di un moto incapace di cristallizzarsi
  7. Il corpo è una materia
  8. Il corpo deve innescare l'ippotalamo, la parte più istintiva del cervello
  9. Il corpo entra in uno stato di veglia e lucidità in cui il crinale tra azione e reazione si assottiglia
  10. Più corpi nello stesso spazio sono materie in relazione
  11. La relazione è spazio, tempo, direzione, vibrazione in continuo movimento
  12. La relazione è un'onda gravitazionale
  13. È nella relazione che si determina l'imprevisto, l'incidente creativo
  14. L'altro è il problema creativo da risolvere con l'imprevisto
  15. L'imprevisto è lo spaesamento lucido

    Orari di lavoro:
    venerdì 10 marzo dalle 18.00 alle 22.00
    sabato 11 marzo dalle 10.00 alle 17.00
    domenica 12 marzo dalle 10 alle 15.30
     

    Il laboratorio è gratuito - max 20 partecipanti Selezione tramite curriclum e lettera di motivazione.
    Scadenza iscrizione lunedì 06 marzo.
    Le persone selezionate hanno l’impegno di essere presenti tutti e tre i giorni. 
    Per prenotazioni e informazioni info@grupponanou.it

dal 23 febbraio 2017 al 24 febbraio 2017 ore 20.45
Sandro Mabellini

la cosa giusta

da Sofocle - riscrittura di Deborah Gambetta
Uno spettacolo di Sandro Mabellini
ANTIGONE | Chiara Verzola
CREONTE | Stefano Baffetti
ISMENE | Cecilia Elda Campani
EMONE | Alberto Baraghini
CORO Mezzosoprano | Francesca Lisetto
Musiche originali e contrabbasso | Pietro Cavallucci
Supervisione ai costumi | Chiara Amaltea Ciarelli
Collaborazione alla produzione
Olinda - Milano
Beat 72 - Roma
Espaceouvert - Bruxelles


L’Antigone di Sofocle è una delle tragedie più trattate e riscritte nel corso dei secoli, e questo primato lo deve all’universalità, nonché eternità, del conflitto che mette in scena: quello tra etica e politica, tra legge di natura e legge dello Stato. Possiamo declinare questo conflitto in mille sfumature, ma il cardine attorno cui gira ogni riscrittura è sempre la dialettica che si instaura tra l’individuo e la società, tra la coscienza del singolo e il corpus di norme che regolano la vita comune. Ogni volta che qualcuno subisce l’ingiustizia di una legge che reputa iniqua ci troviamo di fronte a una Antigone. 

Nella nostra epoca, e soprattutto alle nostre latitudini, il conflitto tra Stato e coscienza del singolo assume caratteri più sfumati, forse più ambigui e sfuggenti rispetto a periodi storici più caratterizzati (dove per esempio la figura di Creonte poteva ben rappresentare i regimi totalitari), ma non per questo l’inconciliabilità tra legge di natura e legge dello Stato si fa meno incisiva. Riproporre oggi una versione dell’Antigone significa sondare questo territorio in cui il singolo da un lato beneficia delle norme che regolano il bene comune, dall’altro può accadergli di incappare in una stortura della legge che lo vede di colpo antagonista. Perché bene comune non significa automaticamente bene del singolo.


INFO & PRENOTAZIONI
biglietto unico 10 euro
t. +39 02 66200646
olinda@olinda.org

*** La replica del 24 febbraio è rivolta solo agli under 26 nell'ambito dell'iniziativa Una poltrona per Te, promossa dal Comune di Milano.
Prenota qui >> www.unapoltronaperte.it

 


 

dal 1 dicembre 2016 al 2 dicembre 2016 ore 21.00
Agrupación Señor Serrano

Stormi di uccelli migratori che formano indecifrabili disegni in cielo. Movimento. Vita. Nulla nel cosmo sta fermo.
Che senso ha costruire muri e recinzioni per fermare gli stormi di uccelli?

Birdie mette a confronto due miraggi.
Da una parte welfare, rispetto dei diritti umani, prosperità, facilità di movimento per informazioni e capitali.
Dall’altra guerre, sfruttamento, persecuzioni, ostacoli per i migranti.

Uno spettacolo multimediale, visionario e razionale al contempo, che affronta l’evoluzione e la sopravvivenza del genere umano con spirito critico e arguzia in una sapiente composizione di performance dal vivo, videoriprese in diretta, modellini in scala, film d’autore e ritagli di giornale.

Dal gruppo di punta della scena catalana, Leone d’Argento alla Biennale di Venezia 2015.

Creazione Àlex Serrano, Pau Palacios, Ferran Dordal; performance Àlex Serrano, Pau Palacios, Alberto Barberá; project manager Barbara Bloin; produzione GREC Festival de Barcelona, Fabrique de Théâtre – Service des Arts de la Scène de la Province de Hainaut, Festival TNT – Terrassa Noves Tendències, Monty Kultuurfaktorij, Konfrontacje Teatralne Festival; sponsor degli animali in miniatura Safari Ltd; www.srserrano.com


INFO & PRENOTAZIONI
dal lunedì al venerdì 10.00 - 19.00
+39 02 97378443
+39 393 8767162
biglietti@zonak.it

 

 

 

 

 
dal 5 novembre 2016 al 6 novembre 2016 ore 18.00
ZIMMERFREI

Alcune famiglie del territorio milanese hanno seguito
un laboratorio di una settimana, hanno risposto a domande,
hanno aperto le case, scambiato racconti e storie di famiglia
per dar luogo ad una performance multimediale sul tema
della fratellanza/sorellanza.
Il progetto Family Affair è un archivio vivente che ritrae
lo “stato dell’arte” della famiglia contemporanea in diverse
città italiane e straniere, mescolando documentario,
racconto differito e azione improvvisata.

Concept ZimmerFrei; regia Anna de Manincor; drammaturgia Anna Rispoli, Anna de Manincor;
suono Massimo Carozzi;
partecipanti famiglie di Milano e dintorni; assistente Gianluca Mattei;
video Anna de Manincor, Gianluca Mattei

Durata 65'

ZimmerFrei è un collettivo di artisti formato dalla film maker
e artista Anna de Manincor, dal compositore e sound designer
Massimo Carozzi e dalla regista e artista Anna Rispoli.
Le attività di ZimmerFrei spaziano dalle opere d’arte visiva
ai film documentari e alle installazioni sonore,
dalle performance teatrali ai progetti di arte pubblica.
La missione di ZimmerFrei è di intrecciare esperienze provenienti
dal cinema, musica, teatro e arti visive,
ideando formati originali e opere multimediali, concentrando
la ricerca sul rapporto tra reale e immaginario nel contesto urbano,
esplorando i confini tra spazi pubblici e territori privati.

 

INFO & PRENOTAZIONI

info@teatrodellemoire.it
+39 02.39820636 || +39 338.8139995

22 luglio 2016 ore 21.45
Teatro delle Ariette

secondo studio

di Paola Berselli e Stefano Pasquini
con Paola Berselli, Maurizio Ferraresi, Stefano Pasquini
regia Stefano Pasquini

Spettacolo inserito in Da vicino nessuno è normale 2016

Copyright © 2017 Olinda. Tutti i diritti riservati