BEATO CHI CI CREDE – Rivista astrattista esibizionista

_MG_1962CAMILLA BARBARITO E ERNESTO TOMASINI

di e con Ernesto Tomasini e Camilla Barbarito
testi e musiche di Camilla Barbarito e Ernesto Tomasini
musicista in scena e arrangiamenti Fabio Marconi
supervisione della scena e del lavoro dei performer: Teatro delle Moire
residenza artistica Olinda onlus
coproduzione Danae Festival
Un ringraziamento speciale a Milena Costanzo e a Luca Scarlini, Angela Palisi, Federica Lo Verso, Nina Terruzzi

Progetto musicale a cura di un inedito, strabiliante, animalesco duo formato da Camilla Barbarito, leader della rock band milanese Nina Madù e Le Reliquie Commestibili, e Ernesto Tomasini, attore e cantante, definito dalla stampa internazionale come una figura cult per via della sua voce dall’estensione di 4 ottave ed uno stile performativo originale. Beato chi ci crede – Rivista astrattista esibizionista è un varietà fantasmagorico, mille luci emanate da una sola lampadina investigatrice, puntata sulle ombre più recondite dell’animo umano. Due voci temerarie volteggiano sul filo della sorte in un’escalation vertiginosa di biscrome spericolate, e ci regalano canzoni d’odio incondizionato e storie d’amore interessato! Finalmente uno spettacolo incredibile nel quale si può credere: Beato chi ci crede!

Camilla Barbarito è una cantante e performer milanese (classe 1978). Si è formata attraverso un percorso variegato tra teatro di ricerca e canto, e alcune giovanili tournée in Africa Sub-sahariana e la conseguente scoperta delle culture extra-europee. Collabora con numerosi ensemble musicali, con repertorio etnico che va dalle sonorità balcaniche e musica popolare mediterranea, al fado portoghese e la musica rebetika greca, al tango argentino e alla musica Rom. Parallelamente vive molte esperienze sia come attrice di teatro che come vocal-performer all’interno di spettacoli e concerti di natura sperimentale e improvvisati. Ha lavorato tra gli altri con Vladimir Denissenkov, Ivana Monti, Jovica Jovic, Paolo Rossi, Roberta Torre, AGON, Teatro delle Moire, Duccio Bellugi del Theatre du Soleil, Nema Problema Orkestar, Musicamorfosi, oltre a numerosi altri protagonisti della scena musicale milanese di questi anni. E’ l’ideatrice del personaggio Nina Madù, che insieme alla band le Reliquie Commestibili si è fatto apprezzare nell’ambito indipendente. Insieme a Fabio Marconi è direttrice artistica della rassegna musicale La Cura di Dioniso per Van-Ghè. Tra le prossime entusiasmanti collaborazioni quella con Ernesto Tomasini, Arianna Scommegna e Giulia Bertasi.

Ernesto Tomasini (Palermo, 15 maggio 1968) è un attore, cabarettista e cantante italiano. Conosciuto soprattutto all’estero dove vive da quasi venticinque anni, Tomasini ha alle spalle una lunga carriera nel teatro e nel cabaret, prima nel Regno Unito e poi in giro per il mondo, ma sono i suoi progetti come cantante di musica sperimentale che di recente hanno preso il sopravvento sulle sue tante attività.
Per via della sua voce dall’estensione di 4 ottave ed uno stile performativo originale viene spesso definito dalla stampa internazionale come una figura cult. La rivista statunitense Frontiers lo ha descritto come “la personalità più stravagante ed eccitante che sia arrivata a scuotere il mondo della lirica dai tempi di Klaus Nomi”. Partendo dallo spunto dei brani cantati da lei stessa scritti e interpretati in un’ edizione presente all’interno.

~